Come investire nel settore industriale

Oliver Sachgau
July 13, 2021
 · 
3 Minuti
 · 
Vivid Invest

Nel 1962, le più grandi aziende del mondo avevano tutte una cosa in comune. Beh, tecnicamente avevano due cose in comune. La prima è che erano tutte americane. La seconda è che quasi tutte erano aziende del settore industriale

Acciaio, petrolio e macchine erano la linfa vitale che pompava nelle vene del capitalismo americano. Nomi come Standard Oil (ora conosciuta come Exxon), General Electric e Chrysler erano familiari e i loro titoli erano visti come investimenti quasi infallibili. Tutto ciò è ovviamente cambiato dal 1962. Al giorno d'oggi, le più grandi compagnie producono telefoni cellulari o vendono pubblicità su internet. Inoltre, non sono più tutte americane. 

Le aziende industriali che sono rimaste fanno le stesse cose di prima. Dopo tutto, continuiamo ad aver bisogno di macchine, acciaio e petrolio tanto quanto allora. Eppure, rispetto a mezzo secolo fa, investire nel settore industriale oggi rappresenta una scommessa diversa per gli investitori. 

Ecco cosa c'è da sapere sull'investimento nel settore industriale.

Cosa sono le aziende industriali 

La definizione effettiva di aziende industriali è piuttosto semplice: sono aziende che producono beni capitali. I beni capitali sono le cose usate per fare le cose che si comprano. Se questa frase ti ha confuso, ecco un modo più semplice per capirlo: diciamo che hai appena comprato una bottiglia di succo di frutta. Quel succo è un bene di consumo. È un prodotto finale che tu, consumatore, compri e usi. Ma che dire della bottiglia in cui è arrivato? E il tappo di metallo? E le macchine usate per spremere il succo dalla frutta? Questi sono tutti beni capitali, e devono essere fatti da qualcuno. 

Non si tratta solo di macchine. Qualsiasi cosa di cui un'azienda ha bisogno per gestire i suoi affari che sia fisica, da un edificio ai veicoli che consegnano un prodotto. 

Ci sono alcuni prodotti che possono essere sia beni di consumo che beni capitali. Gli aerei e le automobili ne sono buoni esempi: le compagnie aeree comprano aerei per gestire i loro affari, e molte aziende comprano automobili per gestire i loro affari. Ma si può anche comprare un'auto. Un forno usato da un ristorante è un bene capitale, ma un forno che si compra è un bene di consumo. 

Le aziende industriali fanno tutti questi prodotti. Alcuni grandi esempi sono General Electric negli Stati Uniti, Siemens in Germania, Alstom in Francia, ACS Group in Spagna e Leonardo in Italia. 

Che tipo di comportamento hanno le aziende industriali nel mercato azionario? 

Ricordate il nostro post in cui abbiamo parlato di azioni cicliche e non cicliche? Le aziende industriali sono un ottimo esempio di industrie cicliche. Dipendono molto dalla salute generale dell'economia. Poiché producono beni fisici, soprattutto per altre aziende, hanno bisogno che queste aziende abbiano abbastanza soldi per continuare a ordinare nuovi materiali e macchinari. 

Questo significa che investire nelle industrie è una scommessa sullo stato generale dell'economia. Quando le cose vanno bene in generale, i prezzi delle azioni industriali tendono a salire. 

Questo tipo di industrie è anche molto esposto ai prezzi delle materie prime. Le commodities sono le materie prime che vengono usate per fare i loro prodotti. Queste possono essere il petrolio, l'acciaio, o qualsiasi tipo di metalli tra cui il rame (in effetti, il prezzo del rame ha recentemente è stato vittima di una volatilità incredibile che ha portato alcune conseguenze interessanti per il settore industriale).


Un mondo che cambia 

C'è un ultimo fattore a lungo termine che può influenzare il prezzo delle azioni delle aziende industriali: se i prodotti che fanno sono ancora rilevanti. 

Produrre beni capitali richiede una tonnellata di investimenti iniziali. Come azienda industriale, di solito si investe in grandi macchine di proprietà, bisogna costruire un'enorme base produttiva e si spendono anni nella progettazione e nei test delle macchine per assicurarsi che siano affidabili e sicure. Questo significa che si vuole che quei prodotti siano necessari per un po' di tempo. Più se ne riesce a fare senza grandi cambiamenti, più il business diventa redditizio. 

Ma il mondo non sta fermo, e il tuo prodotto potrebbe smettere di essere utile o desiderabile. Un buon esempio è il riscaldamento globale: ha portato ad un aumento dell'energia rinnovabile, il che significa che i produttori di grandi turbine a gas hanno più difficoltà a venderle, mentre i produttori di turbine eoliche vedono una ripresa della domanda (questa è una semplificazione eccessiva, ma rende l’idea). Se sei un'azienda che produce turbine a gas, non puoi semplicemente passare dalla produzione di turbine a gas a quella di turbine eoliche. Questo richiederebbe anni di lavoro. Potresti comunque decidere di farlo e tra qualche anno la tua scommessa potrebbe rivelarsi redditizia, ma rimane comunque una decisione difficile.

Alcune aziende decidono di superare questo problema diventando conglomerati. Scelgono di combinare un mucchio di attività diverse sotto un unico ombrello. Una potrebbe produrre turbine a gas, l'altra turbine eoliche. In questo modo si sa che almeno una di queste farà soldi. 

Ci sono vantaggi e svantaggi in questa strategia - i conglomerati sono di solito visti come meno rischiosi, ma possono avere difficoltà a crescere quando le divisioni redditizie devono compensare quelle non redditizie. Ci sono anche momenti in cui agli investitori piace molto comprare azioni di conglomerati, e momenti in cui preferiscono ciò che chiamano pure plays - società con solo una o poche attività strettamente correlate. 

Tutte queste cose valgono la pena di essere prese in considerazione quando si investe nel settore industriale. Tieni a mente queste domande: pensi che l'economia andrà bene in futuro? L'azienda industriale in cui stai investendo fa prodotti che saranno necessari tra qualche anno? 

Era molto più facile rispondere a queste domande nel 1962, quando l'industria manifatturiera era in piena espansione. Ma questo non significa che l’era delle aziende industriali sia finita. Significa solo che bisogna essere più intelligenti.

Tutte le opinioni, notizie, ricerche, analisi o altre informazioni contenute in questo sito web sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono consigli o raccomandazioni sull'investimento e non devono essere percepite come ricerca (indipendente) sugli investimenti. L'autore o gli autori sono impiegati di Vivid e potrebbero aver investito privatamente in uno o più titoli menzionati in un articolo. Vivid Invest GmbH offre, come agente vincolato di CM-Equity AG, l'intermediazione di transazioni sull'acquisto e la vendita di strumenti finanziari ad eccezione di quelle nel settore del cambio di valuta mediate da Vivid Money GmbH.

Inspired? Try this!
Open your free account now and start saving every day.
Inspiriert? Probiere es selber!
Öffne jetzt dein kostenloses Konto und fang an täglich zu sparen.
Ceci vous inspire-t-il? Faites un essai!
Ouvrez maintenant votre compte gratuit et commencez à épargner tous les jours.
¿Inspirado? ¡Prueba esto!
Abra su cuenta gratuita ahora y comience a ahorrar todos los días.
Ispirato? Prova questo!
Apri subito il tuo account gratuito e inizia a risparmiare ogni giorno.